New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]
 
Previous page | 1 | Next page
Print | Email Notification    
Author

Drosera chrysolepis

Last Update: 2/27/2021 12:14 AM
2/26/2021 9:42 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 392
Registered in: 2/3/2014
Location: SABAUDIA
Age: 23
Gender: Male
Membro Cephalotus
OFFLINE
Buonasera ragazzi!
Qualcuno ha esperienza con questa drosera?
Andrea
2/26/2021 10:58 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 1,585
Registered in: 11/19/2011
Location: SESTO SAN GIOVANNI
Age: 28
Gender: Male
Trifide
OFFLINE
Interessante, non la conoscevo, leggo che arriva dal brasile. Ho trovato poco in rete, ma ad esempio qui ne parlano:
At the Serra do Cipó both D. camporupestris and D. chrysolepis occur in campo rupestre vegetation, but in somewhat different habitats. Drosera chrysolepis is usually found growing in year-round humid soil among tall grasses in sand mixed with black humus or among short sparse grasses in fine sand with white quartz gravel, but it has also been found in boggy humus-rich soil.

e questo tradotto dal tedesco da QUI:
La specie cresce preferenzialmente nelle praterie savane (Caatinga) e nelle foreste secche (Campo Rupestre), talvolta in substrati molto sabbiosi (i cosiddetti campi di sabbia di quarzo) piuttosto poveri di sostanze nutritive. Queste sono per lo più regioni di montagna che sono alte 1000 e più metri. Ciò significa che le piante nell'habitat naturale crescono in condizioni piuttosto difficili, caratterizzate da un'elevata intensità UV e forti fluttuazioni di temperatura. Il clima è diviso in un'estate calda e umida (da novembre a marzo) e un inverno freddo e secco (da maggio a settembre). Le temperature salgono appena sopra i 30 ° C in estate, ma basse temperature di 10 ° C non sono rare in inverno.

Da quello che ho capito sembra una tropicale di montagna, ma forse il clima italiano può andare bene. Prova a dare un'occhiata anche QUI


La mia Growlist
2/27/2021 12:10 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 392
Registered in: 2/3/2014
Location: SABAUDIA
Age: 23
Gender: Male
Membro Cephalotus
OFFLINE
Grazie mille per la ricerca!

Avevo provato anche io ma le notizie circa questa pianta sono davvero esigue🤔. Appena ho visto qualche immagine in rete, in effetti, la memoria è andata a ripescare una foto di una vecchia drosera camporupestris.

Mi sono stati regalati dei semi e proverò a farli germinare appena le temperature si ristabiliranno un pochino. Se avrò fortuna posterò qualche foto.
Andrea
2/27/2021 12:14 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 393
Registered in: 2/3/2014
Location: SABAUDIA
Age: 23
Gender: Male
Membro Cephalotus
OFFLINE
Re:
Icchy92, 26/02/2021 22:58:

Interessante, non la conoscevo, leggo che arriva dal brasile. Ho trovato poco in rete, ma ad esempio qui ne parlano:
At the Serra do Cipó both D. camporupestris and D. chrysolepis occur in campo rupestre vegetation, but in somewhat different habitats. Drosera chrysolepis is usually found growing in year-round humid soil among tall grasses in sand mixed with black humus or among short sparse grasses in fine sand with white quartz gravel, but it has also been found in boggy humus-rich soil.

e questo tradotto dal tedesco da QUI:
La specie cresce preferenzialmente nelle praterie savane (Caatinga) e nelle foreste secche (Campo Rupestre), talvolta in substrati molto sabbiosi (i cosiddetti campi di sabbia di quarzo) piuttosto poveri di sostanze nutritive. Queste sono per lo più regioni di montagna che sono alte 1000 e più metri. Ciò significa che le piante nell'habitat naturale crescono in condizioni piuttosto difficili, caratterizzate da un'elevata intensità UV e forti fluttuazioni di temperatura. Il clima è diviso in un'estate calda e umida (da novembre a marzo) e un inverno freddo e secco (da maggio a settembre). Le temperature salgono appena sopra i 30 ° C in estate, ma basse temperature di 10 ° C non sono rare in inverno.

Da quello che ho capito sembra una tropicale di montagna, ma forse il clima italiano può andare bene. Prova a dare un'occhiata anche QUI




riporto dal sito che Icchy92 ha indicato, la traduzione completa dell'articolo in caso qualcuno volesse leggerlo:

descrizione

È una drosera che forma il gambo. Il tronco cresce fino a 46 cm di lunghezza, circa 15-20 cm è normale. Le foglie sono generalmente da semi-erette a verticali sul tronco, mentre le foglie più vecchie pendono verso il basso. I gambi delle foglie sono lunghi circa 2,5 - 4,5 cm e generalmente larghi circa 2-4 mm. Sono bianchi pelosi in alto e in basso e di colore verde. La foglia di cattura è lunga circa 1,5 - 3,5 cm, di forma oblungo-ovale e ricoperta di peli bianchi sul lato inferiore. Le infiorescenze sono lunghe 10-20 cm e anch'esse ricoperte di pelo bianco. Un'infiorescenza ha circa 10 fiori. Il fiore può raggiungere 1,5 cm di diametro ed è rosa.
Cultura

La pianta è molto adatta per una serra, in certe condizioni è possibile anche una coltura da terrario - come nel mio caso -. Li coltivo in un vaso di plastica da 9 cm in un terrario da 50x30 cm. Come substrato utilizzo una miscela di torba con additivi di circa il 20% di perlite e sabbia di quarzo grosso. È anche possibile una coltura in torba bianca pura, così come una miscela di circa il 70-80% di muschio di sfagno morto di buona qualità con l'aggiunta di perlite e sabbia di quarzo. Il substrato dovrebbe essere umido tutto l'anno; l'irrigazione per accumulo non ha senso con questa specie. Poiché la pianta si trova in zone montuose, sarebbero ideali temperature non superiori a 30 ° C; è necessaria anche una riduzione notturna.
Le piante crescono abbastanza bene a temperature preferibilmente non superiori a 30 ° C in estate durante il giorno, scendendo a circa 10-20 ° C (a seconda della stagione e della temperatura diurna) di notte. In inverno si possono facilmente portare le temperature diurne intorno ai 20-25 ° C in serra, mentre le temperature possono scendere intorno ai 10 ° C di notte. Questo spesso non è così facile nel terrario, motivo per cui queste e altre specie degli altipiani sudamericani vengono coltivate principalmente in serra. Per la cultura del terrario, è quindi consigliabile mantenere una stanza il più fresca possibile, ad es. B. trovare un locale seminterrato (soprattutto in estate). Per coloro che coltivano un gran numero di specie così sensibili, può anche valere la pena dotare di aria condizionata una stanza separata per le piante, come praticano con successo alcuni coltivatori.
Inoltre, questa specie ha bisogno di molta luce, il pieno sole tutto l'anno sarebbe l'ideale. È anche possibile una coltura sotto tubi fluorescenti dei colori chiari 840 e 865, ma le piante di solito non si colorano altrettanto bene.
Moltiplicazione

La Drosera chrysolepis si propaga principalmente da semi che, secondo la nostra esperienza, si formano anche senza impollinazione. Se hai diversi esemplari di questa specie che fioriscono contemporaneamente, ha senso impollinare tra loro diverse piante per un sano mix genetico. I semi possono essere seminati su torba umida o sfagno morto, di solito germinano entro poche settimane. In ogni caso, è importante che le piantine non siano mai cresciute troppo bagnate e calde. Crescono anche abbastanza lentamente. Un secondo modo per propagare questa specie sarebbe un taglio del fusto, da Drosera chrysolepisa volte sul tronco si sviluppano ulteriori giovani piante che possono così rigenerarsi. Poiché la specie cresce lentamente e di solito produce abbastanza semi, questo è un metodo che viene utilizzato raramente, quindi non posso descriverlo in modo più dettagliato al momento. Se qualcuno avesse avuto successo con questo metodo, sarei molto felice di sentirti.

credenziali

Barthlott et al. : Karnivoren, Ulmer Verlag (2004)
Arthuer Ter-Hovanessian & Ivan Snyder : Growing Drosera chrysolepis Carnivorous Plants Newsletter (CPN) 26/4 1997
Jan Schlauer : Una chiave dicotomica per il genere Drosera L. Droseraceae, CPN 25/3 (1996)
Jan Schlauer : Una chiave per identificare il genere Drosera L. (Droseraceae) Das Taublatt Heft 35 1999/1
Fernando Rivadavia : Four New Species of Sundews, Drosera (Droseraceae), from Brazil, CPN 32/3 2003
Vari contributi nel forum GFP e forum CPUK
Andrea
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 10:36 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com